IL SOLE TI FA BELLA

 

Trucchi e consigli per vacanze “abbronzatissime”

L’estate è arrivata e tra poco ci concederemo, e qualcuno lo ha già fatto, qualche meraviglioso giorno di relax in montagna, al mare o sul terrazzo in città! Diciamo sempre di essere pronti alle ferie, ma in realtà abbiamo bisogno di preparaci mentalmente alle vacanze, lasciare andare le preoccupazioni, abbandonare lo stress e soprattutto abbiamo bisogno di allenare la pelle alla nostra principale occupazione estiva: “la tintarella”. Prendere il sole è un estenuante, difficoltoso, meravigliosamente caldo momento di puro relax, ma anche un vero e proprio lavoro che comporta grande stress e necessita di specifici strumenti.
In particolar modo la nostra pelle ha bisogno di essere preparata agli stimoli a cui verrà sottoposta tra sole, mare, sabbia ed eccessi vacanzieri: sembra infatti che durante questo periodo ci lasciamo andare e il nostro corpo in qualche modo tende a risentirne!!! Siamo più liberi da impegni e dal lavoro e ci concediamo tutto ciò che normalmente non ci permettiamo: qualche fritto in più, qualche bicchiere di vino in più, aperitivi, digestivi, ecc. Questo ovviamente aumenta gli stimoli negativi per la nostra pelle che deve difendersi da pericoli esterni e da tossine.
Abbronzarsi comincia ad essere impegnativo…però, a tutti piace quel bel colore ambrato o dorato che lascia l’abbronzatura, in fin dei conti il sole ci rende più luminosi, più belli e ci fa sentire meglio. E allora cerchiamo di trarre beneficio dalle nostre vacanze minimizzando i danni!!

 

 

La preparazione proabbronzatura
Iniziamo con uno dei principi fondamentali della vita “togliere prima di mettere” o meglio prima di aggiungere qualcosa di nuovo bisogna prima pulire. In genere pulire non piace a nessuno, ma in questo si tratta di fare qualcosa di estremamente piacevole.
Che ne dite allora di preparare uno scrub casalingo e di passare del tempo sotto la doccia e farci un bel massaggio? Pulire significa infatti agire in profondità per eliminare le cellule morte e le tossine.
Potremmo utilizzare prodotti naturali e non aggressivi che vanno ad esfoliare l’epidermide eliminando lo sporco e la pelle pronta ad essere eliminata. Lo scrub serve anche a togliere quel colore un po’ grigio e spento che ci portiamo dall’inverno di cui sono colpevoli tra gli altri lo smog, l’inquinamento, le tossine, ecc.

Scrub al miele

Sale marino grosso 100 gr, miele due cucchiai, 2 cucchiai di olio di girasole.

Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Se necessario aggiungere qualche cucchiaio di acqua.

 

Scrub alla carota

Due carote, 100 gr di zucchero, 3 cucchiai di olio dolce alle mandorle, olio essenziale di mirto 4 gtt.

Grattuggiare una carota, mischiarla allo zucchero e unire 3 cucchiai di olio di mandorle e acqua q.b.. Una volta ottenuto un composto omogeneo unire le gocce di o.e. di mirto. Mischiare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.



Alimentazione pro abbronzatura

Per ottenere la giusta “tintarella” è necessario idratare la nostra pelle dall'interno e l’unica soluzione è: bere, bere, bere!! L’ estate, complice il caldo, favorisce la regolarità dell’idratazione corporea spingendoci a dissetarci maggiormente (i fatidici 1,5 litri di acqua al dì). Bere ci permette di aumentare l’elasticità della pelle diminuendo i danni del sole, così da favorire la prevenzione delle rughe e la tintarella. Anche l’aumentato consumo di frutta e verdura permette di mantenere la corretta idratazione corporea per cui sono da favorire spuntini a base di frutta e verdure crude anche da portare in spiaggia: una sana e buona abitudine che ci eviterà di fare merenda con gelati e snacks o al limite di mangiarne solo uno anziché di fare il bis!!
L’alimentazione da adottare per favorire l’abbronzatura è essenzialmente colorata, quindi diamo il via a frutta e verdure colorate ad alto contenuto in betacarotene e vitamina A, E e C.
La vitamina A, e il suo precorse betacarotene, proteggono l’epidermide e sono contenuti in particolar modo in tutta la frutta e la verdura di colore arancione come albicocche, carote, mango, zucca, ecc.
La vitamina C è presente in tutti gli agrumi, uva, peperoni e fragole.
La vitamina E è contenuta nei semi oleosi, nocciole, pinoli, mandorle, semi, ecc..
Come attivatore dell'abbronzatura è possibile assumere il betacarotene in capsule (2-4 mg /die)
già qualche tempo prima dell’esposizione.
Abbondate pure con centrifugati, frullati, macedonie e insalate! L’estate è colore e se ne volete un po’ dovete abbondare di verdure colorate che stimolano la melanina e soprattutto, non da meno, il buonumore!

Inoltre, tutto questo apporto di vitamine ci aiuterà ad eliminare i radicali liberi e ci permetterà di mantenere la pelle elastica diminuendone l’avvizzimento e l’invecchiamento. Non piace a tutti avere un aspetto fresco e giovane?

Protezione dal sole
Una delle cose più importanti da fare per avere un’abbronzatura perfetta è proteggere l’epidermide utilizzando delle creme solari che permettono la corretta esposizione al sole. Si trovano in commercio moltissime creme, l’importante è sceglierle con cura in base al proprio fototipo e attenendosi alle indicazioni prescritte. Infatti eventuali problemi non dipendono della crema in sé ma dell’errato utilizzo. La crema solare andrebbe applicata almeno 20 minuti prima dell’esposizione e in genere non basta una sola applicazione, ma il trattamento va ripetuto a seconda della durata dell’esposizione e soprattutto dopo essersi bagnati. Sono ovviamente sconsigliate tutte le creme fai da te perché, tolte le buone intenzioni e i prodotti certamente naturali che si possono utilizzare, l’obiettivo perseguibile potrebbe non essere quello desiderato e in alcuni casi arrivare addirittura a provocare dei danni. Alcuni vantano abbronzature dorate e durature ungendosi con i solari più disparati dalla birra, al latte di cocco, a un originale frullato al kiwi. Passi l’originalità, permangono indubbiamente l’odore abbastanza sgradevole, la sensazione di appiccicaticcio e l’effetto ustione assicurato! Un altro mito da sfatare è l’utilizzo della crema idratante come fattore favorente della tintarella, anche questo un errore enorme perché potrebbe causare notevoli danni alla pelle, in termini di ustioni, macchie, fino ad arrivare a malattie della pelle come ad esempio cheratosi o addirittura melanomi.
Da qualche anno una direttiva europea impone alle imprese cosmetiche di etichettare i prodotti solari con quattro classi di protezione e otto classi di SPF.


Classi di protezione solare

bassa

 

media

 

alta

 

molto alta

 

Spf 6/10

Spf 15 / 20 / 25

Spf 30 / 50

Spf 50+


Questa indicazione è stata data proprio per evitare confusione nei consumatori e per spronare le persone ad utilizzare fattori di protezione più alti e più affini al proprio fototipo. L’SPF, acronimo di Fattore di protezione Solare, è l’elemento in grado di filtrare i raggi UV. Potrei illustrarvi esattamente come funziona il sistema SPF attraverso una serie di calcoli matematici per capire tempi e percentuali ma non vi annoierò, e vi dirò, semplificando, che il fattore di protezione indica la percentuale dei raggi solari che raggiungono la pelle e di conseguenza il tempo che possiamo stare esposti senza il rischio di incorrere in un eritema solare. Le direttive europee richiedono che oltre alla protezione da raggi UVB vi sia una protezione anche per i raggi UVA, segnalazione che correttamente deve comparire sull’etichetta del prodotto. Quindi quando scegliete una crema valutate il vostro fototipo, il tipo di esposizione e soprattutto il luogo dove siete diretti. Per la serie..."se siete in procinto di partire per Zanzibar a fare surf e siete svedesi, vi sconsiglio una crema a bassa protezione!!!” Ricordatevi inoltre che le creme una volta aperte non vanno conservate per l’anno nuovo perché il fattore di protezione potrebbe non essere più lo stesso e quindi non garantire l’efficacia della crema. Non sprecate: quella che avanza può essere utilizzata come idratante.
Il “Doposole”
Oltre a proteggere la pelle dal sole ci serve trovare un metodo per prolungare l‘abbronzatura e tenerla il più a lungo possibile. Per idratare la pelle dopo l’esposizione serve un unguento altamente emolliente e lenitivo in grado di ripristinare il film idrolipidico e di “dissetare” i nostri tessuti!

Aloe
Idratante eccezionale, l’aloe è sicuramente uno di quei prodotti che una volta provato non si smette più di usare. L’unico neo di questo ottimo prodotto è che ha un’odore pessimo che assomiglia alla cipolla. Ricordatevene quando comprerete una crema all’aloe, più è profumata e meno percentuale di aloe è presente al suo interno!
Burro di karite
Emolliente, nutritivo e idratante ad alto contenuto di vitamina A E e D. Se lo scegliete naturale sappiate che non ha
profumo e in alcuni casi potrebbe anzi emanare un odorino non proprio gradevole, ma quando lo applicherete sulla pelle ne apprezzerete le qualità. Idrata tantissimo e la vostra pelle ne beneficierà. Sconsigliato a tutte quelle persone che non amano sentire la crema sulla pelle (in genere le persone con la pelle secca) perché la sensazione di “unto” rimane per un po’. La stagione migliore per usarlo è l’estate, perché d’inverno si cristallizza ed è un po’ più scomodo da applicare sulla pelle.


Lenitivo agli agrumi

100 ml di olio di vinaccioli 3 gocce di olio essenziale di neroli, 3 gocce di olio essenziale di bergamotto e 2 gocce di olio essenziale alla lavanda.

Doposole all’elicriso

100 ml di olio di mandorle dolci, 5 gocce di olio essenziale di elicriso.

Applicare sulla pelle e massaggiare. (potreste provarlo anche sulla pelle bagnata, una volta applicato va asciugato; attenzione agli asciugamani però, assorbendo l’olio si rovinano)


The nero
Per favorire l’idratazione della pelle e far risaltare il colore dell’abbronzatura potreste provare ad utilizzare il the nero. Fate bollire dell’acqua in un pentolino, circa due tazze, e una volta arrivata a bollore spegnete il fuoco e mettete in infusione tre bustine di the nero. Dopo una decina di minuti strizzate bene le bustine del the e versate l’infuso ottenuto in una ciotola.
Applicatelo dopo la doccia sul corpo come fosse una spugnatura. Vedrete come risalterà l’abbronzatura! (Attenzione all’asciugamano che userete, potrebbe macchiarsi!)

Remember
Ricordate durante e dopo l’esposizione al sole di evitare l’assunzione di farmaci (antibiotici, antidolorifici, ecc.) perché potrebbero macchiare la pelle, ed evitate l’applicazione di profumi e lozioni che potrebbero provocare irritazione alla pelle.
I profumi, in particolare modo quelli a base di alcool tendono a seccare la pelle provocandone l’antipatica desquamazione post vacanza, anticipandola.

Ora non avete scuse per non prendere un po’ di sole!
Se giovane vuoi restare un po’ di sole non puoi evitare!

 

 

Emanuela Cafagna

 

 

 

 

Yoga
Lo Yoga è un'antica disciplina indiana che ha come scopo l'armonia e l'unione con l'Anima superiore. Lo Yoga è un'arte di vivere e serve per tutta la vita!
Meditazione
Per chi già medita con regolarità o per chi vuole iniziare, tanti consigli pratici dai nostri esperti
Ricette
Vegetariane e Vegan per far entrare nella nostra cucina tanti buoni piatti che fanno bene al nostro corpo
Benessere
Consigli, ricette e tanto altro per vivere una vita naturale in armonia con il pianeta!